2017

Milica Pavlovic

In FRID '17 - Doing research in design, Venice: Iuav University of Venice.

Strumenti di progetto ibridi per spazi ibridi: l’evoluzione come priorità ricorrente nella ricerca di Design

L’articolo trattail tema della correlazione tra lo spazio fisico e la rappresentazione della realtà digitale che in esso emerge per gli “innesti” di tecnologia digitale, presentando l’approccio sviluppato inuna ricerca di design che sperimenta nuovi e vecchi strumenti di progetto per gli ambienti ibridi fisico/digitali. A supporto della presentazione di questo approccio, sono presentati due scenari di riferimento (progettiin corso di avvio). I progetti miranoad integrare i servizi offerti nelle sedi fisiche con quelli digitali e di rete. Il processo di redesign dei servizi tradizionali porta inevitabilmente alla fusione degli elementi fisici spaziali con la piattaforma digitale, fino a definire scenari di spazio ibrido che richiedonostrumenti –design tools –ibridi per affrontarlo. Tali tools ibridi sono trattati nel l’articolo, mostrando un intreccio tra design dello spazio, dei prodotti, delle interazioni, dell’esperienza e dei servizi. I tool di progetto sono identificati come una base dipartenza per spiegare un approccio metodologico nei progettidi Designemergenti. Il design, come ambito di ricerca, si avvale di contributi metodologici di varie discipline (sociologia, architettura, e altre), che hanno una più antica storia disciplinare, eintroduce elementi particolari che lo differenziano. Questa differenza riflette il fatto che il processo pratico deve sempre essere considerato come il fulcro e il punto di partenza per laricerca. Il bisogno di un rinnovamento degli attuali strumentie degli approcci progettuali è una “costante” nella ricerca di Design, che riflette le trasformazioni dei contesti sociali e delle risorse tecnologiche